Archive Page 2

Le ballon rouge.

Negli anni ’50, si poteva rimanere nei cinema per ore, giorni interi; ecco dunque che qualcuno ne ha tratto la propria famiglia, la propria ispirazione.

Per chi si è lasciato ormai sopraffare dall’odore di pop corn al cinema, e chi non ricorda un passato precedente i mastodontici multisala, supermercati del cinema, regalo una pennellata di poesia con il link sottostante.

“Il cinema era la mia casa”, di Vivian Lamarque

Triste, dolce, poetessa bambina.

Il film “Le Ballon Rouge” di Albert Lamorisse lo trovate qui.

Ricordo del presente.

E’ bello come negli Usa cerchino di comprendere il presente riprendendo spunto dal passato.

Questo è un metodo assolutamente valido per alcuni ricorsi storici, per capire gli sbagli, le guerre e le tragedie… ma hanno proprio saputo stupirmi questa volta!

In questi giorni di bufera nel nord-est Usa, ricordano il passato con uno scritto di John McPhee, Shouts and Murmurs, del 1996. Il New Yorker così oggi trova uno stupendo racconto di NEVE.

Leggete e diffondete!

KIWI!

Mi domandavo: è nato prima il nome KIWI (del frutto) o KIWI (del volatile)?

Dubbi esistenziali insomma, e tutti derivanti da questo video

Ebbene sì, sono una “nerd spiona”.

Devo ammetterlo: sono affetta da voyerismo.

Ma non quello che starete di sicuro pensando voi, NO!
Il voyerismo letterario è il mio problema.

Non so se sia mai capitato anche a voi, ma spesso nel mio periodo da pendolare o più semplicemente in un qualsiasi viaggio sui tram mi sono accorta a spiare chi leggeva libri. Non per vedere le loro facce o cose simili, ma per scoprire che libro o che giornale stessero leggendo. Un giorno sono addirittura arrivata a pensare di studiare il fenomeno della lettura in viaggio in uno degli assignment di statistica in università.

In realtà non mi sono mai sentita strana per questo, tutt’altro… forse a partire da una lettura di un esame di tedesco, anni fa, che spiegava il fenomeno e i gusti dei lettori viaggianti e grazie alla quale ho preso un bel voto, sono fiera della mia curiosità.

Alla fine di tutto, però, ciò che mi rende felice di continuare a spiare chi legge è che non sono la sola.

Trovate qui un articolo al riguardo sul Corriere della Sera di oggi e il sito Coverspy, dei “nerd spioni” di NY, del quale farò subito un abbonamento RSS.

Buona Lettura!

Ritardo.

Sebbene con un po’ di ritardo mi accingo ad ascoltare i cambiamenti avvenuti a Radio2 dopo lo sconvolgimento voluto dal nuovo direttore Flavio Mucciante.

Ascolto in streaming qui .

Mi informo al riguardo qui .

Novità.

Dato che un blog solo non mi bastava ne ho attivato un altro.

Si tratta in realtà di un blog di servizio per lo staff di studenti che collabora con Radio Bocconi.
E’ visibile qui su radiobocconistaff.wordpress.com .

Nasce dall’esigenza di condividere documenti con gli altri collaboratori; ma anche tenere traccia delle comunicazioni avute con loro e di tutto l’archivio di programmi e persone passate per la radio negli anni, dal 2007, quando è cominciato il progetto, ad oggi e oltre.

Spero possa essere un’idea condivisa e un buon modo per far circolare le informazioni tra noi. Non è il primo tentativo di fare una cosa del genere, ma confido che l’interfaccia agevole di wordpress ci aiuti.

Per chi volesse Radio Bocconi è anche su Twitter e su Facebook.

E fra una settimana comparirà online il sito nuovo… ma ve ne parlerò diffusamente più avanti.

Ricomincio!

Bene, è passato all’incirca un anno da quando ho tristemente smesso di scrivere su questo piccolo angolo di mondo virtuale.

Sono successe un po’ di cose, sono diventata responsabile della programmazione di una radi studentesca, sono andata in tv, è passata l’estate e tanti libri sotto i miei occhi, non ho trovato l’amore della vita.

Ho presentato un libro in libreria ed è stata un’esperienza fantastica parlare con l’autrice davanti a un pubblico e non solo un microfono.

Ho studiato, sono all’ultimo anno di università, ma aspetto ancora risposte per gli stage … e allora scrivo.

Ho deciso: scriverò solo per me, non pubblicizzerò nulla e attenderò che qualche sconosciuto arrivi alla mia pagina e si senta interessato, dal quel che scrivo, dalle mie recensioni pazze soprattutto!

Ma perchè sto ancora qui a blaterare? Cominciamo!

Baci

Silvia


Post più letti

twitter feed

Categorie